QuiCamerlata

Provocazione, bruciato lo striscione degli studenti-antifascisti

Era stato appeso al ponte di via Badone

Striscione degli studenti antifascisti

Un atto provocatorio o semplice vandalismo? Lo striscione appeso al ponte di via Badone a Como dagli studenti anti-fascisti è stato bruciato. Rimane un grosso brandello di stoffa sul quale si legge "Como resiste. Studenti anti-fascisti". Segue l'orario e il luogo del ritrovo per partecipare alla manifestazione di protesta organizzata proprio oggi, mercoledì 20 dicembre 2017, in centro città.

La protesta è stata organizzata a seguito dell'episodio del 28 novembre 2017 avvenuto al Chiostrino di Sant'Eufemia a Como e ormai conosciuto, anche a livello nazionale, come "Incursione naziskin di Como": un gruppo di tredici militanti del Veneto Fronte Skinheads sono entrati in una sala dove si stava svolgendo l'incontro del gruppo Como Senza Frointiere che si occupa di accoglienza nei confronti dei migranti, specie se rifugiati politici.

Gli studenti comaschi organizzatori della manifestazione antifascista avrebbero voluto protestare anche loro il 9 dicembre ma la Questura ha negao il consenso vista la presenza in città di altri due eventi politici di segni opposti, cioè la manifestazione nazionale del PD, in zona Tempio Voltiano, e l'incontro di Forza Nuova all'Hotel Palace.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Giovanni, senzatetto orgoglioso

  • Tragedia sui monti di Sorico: cacciatore morto per prendere un cervo

  • Como, picchia la moglie in centro: il video dell'arresto

  • Incidente a Mariano Comense: morto un motocilista di 53 anni

  • Drammatica scoperta in Municipio a Como: lago di sangue in un bagno di Palazzo Cernezzi

  • Como, la celebrazione dell'impresa di Fiume scatena le polemiche

Torna su
QuiComo è in caricamento